È morto in carcere il boss di Secondigliano Cosimo Di Lauro, figlio di Ciruzzo ‘o milionario: aveva 49 anni

È morto in carcere il boss di Secondigliano Cosimo Di Lauro, figlio di Ciruzzo ‘o milionario: aveva 49 anni
Condividi l'articolo.

È morto, nel carcere di Opera, a Milano, l’ex reggente del clan di Lauro, Cosimo Di Lauro, figlio di Ciruzzo o milionario, detenuto nella struttura penitenziaria milanese dal 2005, nel regime di detenzione dura (il cosiddetto 41bis).

La difesa aveva chiesto più volte una perizia per turbe psichiche sospette. Sono ignote ancora le cause del decesso. Dalle prime indiscrezioni sarebbe stata disposta l’autopsia.

Cosimo, in carcere dal lontano 2005, era figlio di Paolo Di Lauro, capo clan dell’omonima organizzazione camorristica di Secondigliano, e fratello di Marco, anche lui detenuto in regime di carcere duro, in Sardegna. Cosimo, 49 anni, era ritenuto dagli inquirenti della DDA di Napoli colui che diede vita alla prima faida di Scampia che provocò un centinaio di morti.

La notizia del decesso è stata comunicata stamane alle ore 7.10 dalla direzione del carcere all’avvocato difensore Saverio Senese: «Il suo assistito è deceduto».

di Redazione

Riproduzione riservata © Copyright PRESSNEWS

#camorra #cronaca #dilauro #secondigliano #carcere #omicidio #gomorra #cosimodilauro #pressnews #ciruzzoomilionario #scampia #faida #carcereduro

Un pensiero su “È morto in carcere il boss di Secondigliano Cosimo Di Lauro, figlio di Ciruzzo ‘o milionario: aveva 49 anni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.